Come rottamare un veicolo soggetto a fermo amministrativo

ltiuNessun demolitore accetterà di demolire la vostra auto se questa è gravata da fermo amministrativo (che può essere richiesto da un concessionario di tributi nei confronti di un contribuente moroso per crediti vantati dallo stesso), nemmeno se è stata distrutta dal fuoco in un incidente stradale.

Se sul veicolo da demolire è iscritto al Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.) un provvedimento di fermo amministrativo, occorrerà prima cancellare al P.R.A. il fermo amministrativo pagando le somme previste per il provvedimento che ha causato il fermo amministrativo (in genere dai 50 euro in su), e dopo richiedere la “cessazione della circolazione per rottamazione”.

La cancellazione del fermo amministrativo viene quindi gestita dagli uffici del P.R.A. e la relativa pratica presenta un costo inferiore ai 100 euro.

In alcuni casi può quindi essere opportuno, prima di richiedere la rottamazione, effettuare una visura presso il P.R.A. indicando la targa del veicolo, per verificare che sullo stesso non sia iscritto un fermo amministrativo.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *