Quanto si risparmia con la contabilizzazione del calore?

m42La cosiddetta “contabilizzazione del calore” – basata su ripartitori di calore e valvole termostatiche da applicare a tutti i caloriferi presenti in un condominio con riscaldamento centralizzato – consente un risparmio fino al 25% o, più in generale, compreso fra il 20 e il 30%.

Se quindi spendevate 1000 euro l’anno di riscaldamento, con tale sistema ne risparmiate almeno 200. Considerato un costo medio di 1000 euro a famiglia per l’installazione del sistema di contabilizzazione del calore, il rientro della spesa avviene in circa 5 anni, dopodiché è solo risparmio, cioè guadagno.

La contabilizzazione del calore, infatti, tramite la regolazione a zone della temperatura del riscaldamento, evita sprechi di energia, contiene i consumi ed aumenta il livello di comfort. In pratica, l’utente paga per ciò che effettivamente consuma e può ottimizzare il riscaldamento della casa.

Il ripartitore di calore conteggia, attraverso algoritmi matematici, la potenza resa dal radiatore attraverso la differenza di temperatura fra ambiente e media del radiatore. Il ripartitore viene normalmente alimentato a batteria, la cui durata è di circa 10 anni.

La valvola termostatica, invece, consente la regolazione individuale della temperatura ambiente: si imposta sulla manopola una temperatura e il termosifone la mantiene, e raffredda il termosifone qualora l’ambiente abbia raggiunto la temperatura programmata.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *