Quanto costa rifare le sospensioni?

d49Esistono vari tipi di sospensioni, per cui il costo dipende anche da questo. Le sospensioni pneumatiche, ad esempio, usate su auto ad alte prestazioni sono costituite in genere da una molla racchiusa in un involucro di gomma a tenuta stagna all’interno della quale si sfrutta l’aria compressa prodotta da un compressore. Esiste anche una versione “idro” che si avvale di un liquido viscoso (olio) al posto dell’aria.

Le sospensioni a molle elicoidali sono realizzate invece con molle operanti per compressione. Fra braccio e scocca sono frapposte la molla e l’ammortizzatore. In genere sono adoperate per l’asse posteriore, sono semplici economiche e robuste. Una loro variante sono le sospensioni Mac Pherson.

Nelle sospensioni a barra di torsione, il mezzo elastico è una barra che attraversa tutta la larghezza del veicolo opportunamente fissata. Sono sospensioni semplici ma piuttosto rigide. Non sono presenti molle ma solo ammortizzatori, uno per braccio. Vista la loro semplicità sono utilizzate sul retrotreno di veicoli economici ma anche su veicoli di gamma superiore.

La sospensioni a quadrilatero sono costituite da due elementi trasversali, sovrapposti, generalmente di forma simil-triangolare. Ammortizzatore e molla sono collegati al braccio inferiore, ed entrambi i bracci sono collegati al mozzo ruota. Generalmente queste sospensioni sono utilizzate sull’anteriore di veicoli con connotazione sportiva (ad es. Bmw) all’anteriore.

Il costo delle sospensioni idropneumatiche va dai 50 ai 100 euro ciascuna, per cui se nell’auto ve ne sono 4 il prezzo va moltiplicato per 2 o per 4 e va aggiunta la manodopera, per cui si può arrivare al massimo a 400-500 euro compresi di Iva, ma spesso anche molto meno dato che la sostituzione non è difficile. Il costo nel caso di sospensioni a molle (kit ammortizzatori e molle + manodopera) è ancora più basso.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *