Quanto costa passare da un fornitore del gas all’altro?

gas3Il passaggio da un operatore del gas all’altro praticamente non costa nulla, grazie alla liberalizzazione del mercato dell’energia, i clienti possono scegliere liberamente da chi acquistare l’energia e a quali condizioni contrattuali.

Gli unici costi del passaggio da un fornitore all’altro sono dunque i costi di bollo, 16 € di cui spesso si fa carico il nuovo fornitore ed eventualmente il deposito cauzionale, non richiesto ad esempio con l’addebito delle bollette sul conto bancario.

Il deposito cauzionale è un importo che il fornitore di gas potrà chiedere al momento della firma del contratto e che deve essere restituito entro trenta giorni dalla cessazione del contratto, comprensivo degli interessi legali.

Per il cambio fornitore di gas il valore massimo del deposito cauzionale è di 25 € per consumi fino a 500 metri cubi all’anno e di 77 € per consumi tra 500 e 5.000 metri cubi all’anno



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *