Quanto costa l’allaccio del contatore alla rete elettrica?

SpostamentoIl costo dell’allacciamento alla rete elettrica è un costo forfetario che è la somma di tre fattori (come illustrato nella delibera ARG/elt 199/11 dell’AEEG e successivi aggiornamenti):

1) una componente che dipende dalla distanza, calcolata in linea retta, tra la fornitura da allacciare e la più vicina cabina di trasformazione in servizio da almeno 5 anni (cabina di riferimento); fino a 200 metri o, indipendentemente dalla distanza effettiva, in caso di allacciamento della prima casa (quella in cui il cliente ha la residenza anagrafica) l’importo è di 184,11 €;

2) una componente che dipende dalla potenza disponibile indicata dal cliente nella richiesta d’allacciamento, ricordando che per le forniture fino a 30 kW servite da un contatore con limitatore di potenza, la potenza disponibile è il 10% in più di quella indicata nel contratto di fornitura; l’importo è pari a 69,22 €/kW disponibile;

3) un contributo fisso, pari a 27,59 €, che deve sempre essere versato dal cliente a copertura dei costi amministrativi sostenuti dal distributore per realizzare l’allacciamento.

Quindi, anche nel caso più favorevole o economico, il costo dell’allaccio di un comune contatore domestico da 3 kW si aggira intorno ai 430 €. Per ogni 100 metri di distanza aggiuntiva (fino a un massimo di 700 metri) dovete poi considerare altri 92,29 €.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *