Quanto costa installare un contatore di ripartizione?

conripartOgni utente si deve dotare a proprie spese del contatore di ripartizione dell’acqua, ma non si tratta di una spesa elevata: un contatore dell’acqua costa infatti dai 20 ai 40 euro al massimo, ma vanno considerate le spese per l’installazione (che richiede una ventina di minuti) e per eventuali materiali (raccordi, etc.).

Tuttavia, se ci si mette d’accordo con gli altri condomini per un’installazione nella stessa giornata di più contatori d’acqua, si può risparmiare anche sulla manodopera dell’idraulico e pagare in tutto, per il proprio contatore di ripartizione, un centinaio di euro, o anche meno se si concorda prima con chiarezza il prezzo.

Paradossalmente, un singolo condomino non può offrirsi di installare un proprio contatore dell’acqua ma può obbligare tutti i condomini a farlo. Infatti, il decreto ministeriale del 4 marzo 1996 impone l’obbligo di installare dei contatori di ripartizione del consumo dell’acqua in ogni singola unità abitativa.

A volte il regolamento condominiale contiene qualche disposizione a riguardo, che risulta in tal caso vincolante, essendo stata decisa con votazione unanime di tutti i condomini. Ad esempio, il regolamento in questione potrebbe imporre la suddivisione in parti uguali, oppure quella in base al numero di componenti del nucleo familiare, etc.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *