Quanti giorni ho per esercitare il diritto di recesso per un’utenza?

strconUn cliente privato ha 10 giorni di tempo per comunicare in forma scritta a un fornitore il proprio recesso da un contratto energetico, telefonico, adsl, etc. di recente sottoscritto e per usufruire quindi di tale diritto, peraltro senza alcun onere od obbligo di fornire giustificazioni.

I 10 giorni in questione decorrono dal momento della consegna della proposta contrattuale irrevocabile o dalla conclusione del contratto. In caso di contratto a distanza (via telefono o internet), i 10 giorni vanno calcolati a partire dalla data in cui il cliente riceve la copia scritta del contratto.

Il termine per esercitare il diritto di recesso è di 60 giorni (anziché 10) se l’informazione viene fornita in modo non corretto o se, addirittura, non viene fornita alcuna informazione circa le modalità e i termini di esercizio del diritto di recesso.

Ad esempio, è questo il caso se la clausola di ripensamento è stampata con caratteri più piccoli di quelli delle restanti clausole contrattuali (per legge i caratteri devono essere uguali o superiori), oppure è confusa all’interno delle altre clausole contrattuali (per legge deve essere separata); o, ancora, se vengono genericamente richiamati gli estremi di legge ma non vengono espressamente e chiaramente indicati i tempi e i modi per l’esercizio del diritto di recesso.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *