Quando si ha la prescrizione del conguaglio del gas?

BollgasPurtroppo, talvolta capita che ai consumatori arrivino bollette di conguaglio del gas dopo moltissimo tempo (anche anni), perfino quando hanno fatto regolarmente l’autolettura del contatore comunicandola periodicamente al proprio fornitore di energia.

Se è passato molto tempo, ci può essere la speranza che il diritto della società creditrice sia nel frattempo caduto in prescrizione, nel qual caso l’utente non è tenuto a pagare la bolletta. Dunque è importante sapere quando una bolletta del gas va in prescrizione.

Il fornitore di gas può chiedere di pagare bollette arretrate fino a 5 anni, passati i quali non potrà più agire nei confronti del cliente o, se lo farà, perderà la causa che, verosimilmente, ne scaturirebbe. Pertanto, in tali casi il servizio non potrà certo essere interrotto per morosità del cliente.

Allo stesso tempo, si capisce l’importanza di conservare le bollette del gas per almeno 5 anni, fermo restando che la facoltà di fatturare a distanza di un considerevole lasso di tempo pone comunque l’utente in una posizione di evidente svantaggio ed inferiorità.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *