Quali costi ha il ricorso al Giudice di Pace per la bolletta luce o gas?

Il ricorso ameral Giudice di Pace per cause relative a bollette della luce o del gas di valore fino a 1100 euro è di 43 (contributo unificato), mentre per contenziosi fino a 5200 euro sale a 98 euro + 27 euro in marche da bollo.

Tali cifre comprendono, però, l’anticipazione forfettaria dei diritti, indennità di trasferta e spese di spedizione per la notificazione degli atti.

L’onere relativo al pagamento dei suddetti contributi è dovuto normalmente dalla parte soccombente, anche nel caso di compensazione giudiziale delle spese e anche se essa non si è costituita in giudizio. Ai fini predetti, la soccombenza si determina con il passaggio in giudicato della sentenza.

Inoltre, se la causa non supera il valore di 1100 euro, potete stare in giudizio senza ricorrere a un avvocato, il che si traduce in un ulteriore risparmio di soldi.

Infine, va osservato che, secondo studi statistici svolti dalle associazioni di consumatori, la durata media di un ricorso dinanzi al Giudice di Pace è di circa 340 giorni, circa un terzo in meno di quanto impieghereste per risolvere la questione in un normale Tribunale. E, si sa, il tempo è denaro…



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *