Come posso monitorare tramite software il consumo di un notebook?

La domanda, inboll1 effetti non è peregrina. Infatti, la quantità di energia elettrica assorbita da un notebook o qualsiasi altro computer portatile non è fissa, bensì dipende dal compito che la macchina sta svolgendo: se si masterizza un Dvd, si consuma molta più energia che nell’accedere semplicemente a un file che si trova nell’hard disk.

Se poi il computer va in modalità a risparmio energetico, prevista per ottimizzare la durata della batteria, può arrivare a consumare assai di meno: appena 3 W. Ve ne accorgete perché lo schermo si oscura dopo un certo periodo di tempo.

Per monitorare i consumi del proprio portatile può quindi essere utile scaricare un software apposito, qualora non sia già compreso nel sistema operativo. Su Internet ci sono molte opzioni al riguardo, da ManageEngine a MobileMeter a PowerTop, tutti programmi che vi diranno cosa il vostro computer sta facendo.

Una volta installato uno di questi software, visualizzate e registrate il consumo di energia da parte del computer quando esegue compiti differenti, dopodiché potete confrontarli con la potenza nominale del notebook riportata sulla targhetta ed eventualmente con altri computer portatili a cui avete accesso.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *