Posso conservare il numero di telefono di casa se cambio operatore?

L’Linea fissaAGCOM, ovvero il garante per le comunicazioni, garantisce il servizio di portabilità del numero di telefono anche su rete fissa, in tempi certi e senza disservizi. Infatti, il servizio di portabilità del numero su rete fissa è inserito nel più ampio contesto regolamentare delle procedure di trasferimento delle utenze su rete fissa.

Queste ultime disciplinano, in modo trasparente per il cliente, le modalità di passaggio tra operatori sia nel caso in cui questi utilizzino una linea di accesso di Telecom Italia (cosiddette “migrazioni”, passaggi tra operatori alternativi o rientri in Telecom Italia, o “attivazioni”, passaggi da Telecom ad un operatore alternativo), sia nel caso in cui utilizzino infrastrutture proprie (in fibra ottica o radio). In quest’ultimo caso si parla di procedure di portabilità del numero “pura”.

La portabilità del numero consente ai consumatori che ne facciano richiesta di conservare il proprio numero telefonico fisso quando decide di cambiare il gestore del servizio. Lo sviluppo di una effettiva concorrenza tra gli operatori che forniscono servizi di rete fissa passa anche attraverso l’implementazione di questo servizio.

Il servizio di portabilità del numero su rete fissa è stato introdotto con la Delibera n. 4/99/CIR dell’AGCOM, la quale ha previsto un modello di interazione basato sulla adozione preventiva di accordi bilaterali tra gli operatori coinvolti, ovvero l’operatore che acquisisce il cliente (operatore recipient), l’operatore che cede il cliente (operatore donating) e l’operatore titolare della numerazione (operatore donor).

A seconda della procedura, attualmente il trasferimento del cliente ad un altro operatore avviene in circa 8-12 giorni lavorativi dal momento in cui il recipient, attraverso una rete dati che interconnette tutti gli operatori di rete fissa, trasmette la richiesta di passaggio.

Il cliente non deve preoccuparsi della specifica procedura da avviare. Per cambiare operatore mantenendo il proprio numero, anche in tecnologia VoIP, è sufficiente che il cliente aderisca ad una offerta commerciale del nuovo operatore e gli comunichi il proprio codice di trasferimento dell’utenza.

Non è necessario, pertanto, comunicare il recesso al vecchio operatore: sarà compito del nuovo operatore avviare la procedura corretta (sulla base del servizio richiesto dal cliente) e trasmettere al vecchio operatore quanto necessario per l’interruzione del precedente rapporto contrattuale del cliente.

Il codice di trasferimento dell’utenza è una sequenza alfanumerica fornita dall’operatore al cliente, ed è trascritta nella fattura periodica oltre che recuperabile chiamando il call center dell’operatore o accedendo all’area web dell’operatore riservata ai clienti.

Il codice segreto, contenuto all’interno del codice di trasferimento suddetto, impedisce che una procedura di passaggio possa essere avviata da un operatore recipient senza il consenso del cliente (cosiddetti fenomeni di attivazione di servizi mai richiesti).



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *