È possibile tornare al vecchio fornitore del gas?

gas564Sì. Nel rispetto dei termini di preavviso, ogni utente con consumi inferiori a 200.000 m3/anno potrà recedere dal contratto con il suo attuale fornitore in qualunque momento, decidendo di tornare ad usufruire dei servizi del proprio vecchio fornitore. Il recesso non comporterà alcuna penale.

Per le utenze con consumi maggiori di 200.000 m3/anno, faranno fede le clausole di recesso previste dal contratto sottoscritto fra l’attuale fornitore ed il cliente finale.

Se provieni dal mercato a maggior tutela, il preavviso per il recesso è di 1 mese. Se però hai consumi di gas naturale non superiori a 200.000 m³/anno e provieni dal mercato libero, il termine di preavviso per il recesso è pari a 3 mesi.

La comunicazione di recesso dovrà contenere obbligatoriamente i dati anagrafici del cliente finale e quelli relativi la fornitura. L’assenza di queste informazioni comporterà il mancato accoglimento della richiesta. La comunicazione andrà inviata – via fax, raccomandata A/R o PEC – al recapito del vecchio fornitore.

Hai diritto a recedere dall’attuale contratto di fornitura del gas solo tramite comunicazione scritta e, nel caso di passaggio a nuovo fornitore, per inoltrare la comunicazione di recesso al precedente fornitore devi avvalerti del tuo nuovo esercente.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *