Perché conviene usare un addolcitore se l’acqua è dura?

cal3Generalmente l’acqua potabile che esce dai rubinetti é acqua dura, ossia vi sono disciolti in essa significanti quantità di minerali come magnesio, calcio, ferro, zolfo etc. Quanto più’ il contenuto di questi minerali dissolti aumenta, tanto più aumenta la durezza dell’acqua.

L’acqua dura è nota per bloccare i tubi e ostacolare la dissoluzione di sapone e detersivi.
In particolare, calcio e magnesio, unendosi, formano il calcare che causa numerosi problemi nell’uso domestico dell’acqua, in particolare agli elettrodomestici quali le lavastoviglie e le lavatrici. Addolcire l’acqua significa aumentare la durata di tali macchinari domestici.

Danni notevoli si posso verificare anche sul bucato, poiché l’acqua dura, ovvero ricca di calcare, oltre a richiedere un maggior quantitativo di detersivo, indurendo i tessuti, li sfibra.

L’acqua dura causa inoltre un elevato rischio di formazione di depositi negli impianti di acqua domestici. Per la formazione di queste ostruzioni, le tubazioni si intasano e l’efficienza delle caldaie e dei serbatoi si riduce. Ciò aumenta il costo del riscaldamento domestico dell’acqua di circa il 15-20%.

Pertanto, è fondamentale ridurre od eliminare la durezza dell’acqua in tutti quei processi dove depositi e incrostazioni calcaree possano costituire serio problema per tubazioni, condutture, impianti industriali, caldaie, boiler, pannelli solari.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *