Multa senza la motivazione è valida?

b52Avete trovato sul cruscotto della vostra auto – oppure vi arriva a casa – una contravvenzione che non reca la motivazione della stessa in nessuna parte del verbale. Che fare? Tocca pagarla ugualmente o si può fare qualcosa, magari un bel ricorso?

In soccorso ci giunge una sentenza del 2009 (la n. 278) di un Giudice di Pace di Giarre, la quale sottolinea come le “contravvenzioni che non individuano specifiche violazioni del Codice della Strada siano del tutto prive di motivazione e come tali vadano annullate”.

Pertanto, forti della giurisprudenza in materia, possiamo tentare innanzitutto il ricorso con raccomandata A.R allo stesso Comando (solo però se è indicato nel verbale) che ha emesso la contravvenzione, chiedendo l’annullamento della multa per l’assenza della motivazione.

Se non si riceve risposta, o se quest’ultima è avversa, si può proporre ricorso al Giudice di Pace (che però non è del tutto gratuito e ha termini relativamente stretti: entro 30 giorni dal ricevimento del verbale), senza nel frattempo effettuare il pagamento.

Il vantaggio del Giudice di Pace è che esiste almeno un precedente (in realtà più di uno) in tal senso, mentre il Prefetto è poco incline ad accogliere positivamente i ricorsi degli automobilisti, ma è comunque da preferire in caso di multe di piccolo importo e quando la nullità del verbale è lampante.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *