Internet in aereo, come collegarsi in volo con il Wi-Fi

SatPurtroppo, sull’aereo è possibile connettersi a Internet solo se il vettore utilizzato dispone di questo servizio, gratuitamente o a pagamento. La disponibilità di hotspot Wi-Fi sui velivoli è abbastanza “a macchia di leopardo”, per cui cerchiamo qui di dare un quadro della situazione attuale e dell’evoluzione a breve-medio termine.

Su alcuni aerei Air France e KLM si può utilizzare come punto d’accesso al Wi-Fi a tariffa forfettaria (si paga con carta di credito) un portale obbligato. Tuttavia, poiché alcune flotte di aerei stanno iniziando questo servizio non è sempre facile sapere al momento della prenotazione del volo se si avrà o meno la possibilità di connettersi a Internet una volta in quota.

Altre importanti compagnie aeree offrono il servizio di navigazione online solo a pagamento. Fra queste: American Airlines (pass giornaliero 14 $), Delta Airlines (pass giornaliero 14 $), Emirates (a partire da 2,75 $ con cellulare e da 7,50 $ con portatile), Lufthansa (HotSpot Pass Sky 1 ora: €10,95 o 3.500 miglia; HotSpot Pass Sky 24 ore: €19,95 o 7.000 miglia).

Molte compagnie aeree hanno annunciato che implementeranno presto il servizio WiFi, al più tardi nel corso del 2014, mentre qualcuna offre già Internet gratuito sui propri voli: tra queste Turkish Airlines (gratis solo in business) e Hong Kong Airlines.

In Medio Oriente, tutte le più importanti compagnie dispongono già di Wi-Fi e GSM sugli aerei. Nel Nord America, già c’è una buona copertura Wi-Fi dei velivoli, almeno fra l’80 e il 90%. In Europa siamo, in generale, ancora indietro, ma entro 5-10 anni al massimo anche nel Vecchio Continente essere connessi a ogni volo sarà normale.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *