Come funziona un addolcitore dell’acqua di rubinetto?

c56L’addolcitore é uno speciale filtro per l’acqua che trattiene calcio e magnesio restituendo acqua dolce, priva di calcare. Infatti i primi due elementi, unendosi, formano il calcare che causa numerosi problemi nell’uso domestico dell’acqua.

Gli addolcitori per acqua sono scambiatori di specifici ioni, destinati alla rimozione di ioni caricati positivamente: essi rimuovono principalmente gli ioni calcio (Ca2+) e magnesio (Mg2+), spesso indicati come ‘minerali di durezza’.

Ciò avviene attraverso il passaggio dell’acqua su di un letto di resine contenuto all’interno di un serbatoio. Tali resine sono in grado di trattenere gli ioni di Calcio o Magnesio scambiandoli con ioni di Sodio. Periodicamente le resine dell’addolcitore devono essere “ricaricate”, ovvero rigenerate.

Infatti, quando le resine si cominciano a saturare, l’acqua diventa sempre più calcarea fino a raggiungere ipoteticamente i gradi di durezza di partenza. Il dimensionamento dell’addolcitore e quindi della quantità di resine è basato sulla quantità di acqua giornaliera utilizzata.

Alcuni addolcitori lavorano ad elettricità, ma addolcitori per acqua un po’ più recenti sfruttano la potenza dell’acqua. Un buon addolcitore dell’acqua dura molti anni.

L’addolcitore viene in genere installato dopo il contatore dell’acqua, consentendo alle apparecchiature domestiche di avere solo acqua priva di calcare, riducendo al minimo la manutenzione degli elettrodomestici e il consumo di prodotti anticalcare.

Per l’addolcimento dell’acqua, si vendono generalmente tre tipi di sali: sale roccioso, sale solare, sale volatilizzato. Il sale è aggiunto solitamente al serbatoio durante la rigenerazione dell’addolcitore. Più spesso un addolcitore viene rigenerato, più spesso il sale deve essere aggiunto.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *