Dove trovo il codice POD in bolletta elettrica o su contatore?

alolLo si trova di norma nel primo foglio della bolletta tra i dati tecnici della fornitura. Sui nuovi contatori è inoltre presente un’etichetta adesiva che riporta il codice. Qualora non vi fosse a diposizione alcuna bolletta e il POD non fosse visibile sul contatore, il cliente deve rivolgersi al distributore di zona.

Il POD (punto di prelievo), infatti, è un codice normalmente composto da 14 caratteri (a volte i caratteri indicati possono essere 15 ma è sufficiente indicare i primi 14) che identifica in maniera certa sul territorio nazionale il contatore in cui l’energia elettrica viene consegnata al Cliente.

Si tratta, in pratica, di un codice alfanumerico, cioè composto da lettere e numeri, che identifica in modo univoco il punto fisico in cui l’energia viene consegnata dal fornitore e prelevata dal cliente finale. Il codice, quindi, non cambia anche se si cambia fornitore di energia elettrica.

Il codice POD è una stringa alfanumerica così costituita: codice Paese, nel nostro caso IT, codice distributore, ovvero un codice numerico di tre cifre che identifica il distributore di energia elettrica, la tipologia di servizio, ovvero E, sigla fissa che indica l’energia elettrica, codice numerico generalmente di 8 cifre che serve a garantire l’univocità del punto di prelievo; opzionalmente può essere presente una chiave di controllo).

Il codice POD, pertanto, nella pratica serve per il passaggio da un operatore di energia elettrica ad un altro, quindi ad esempio tra due operatori del mercato libero o da uno del mercato a maggior tutela a uno del mercato libero. Attenzione, quindi, a non comunicare il codice POD a sconosciuti!



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *