Divieto di sosta contestato due volte in multe distinte: vanno pagate entrambe?

v23Supponiamo che commettiate una delle più comuni infrazioni al Codice della Strada – la violazione di un divieto di sosta – e che per qualche ragione essa vi venga contestata due volte da due agenti diversi (magari perché il primo verbale non era sul cruscotto). La seconda multa è valida e va pagata?

Le sanzioni si applicano per ciascun giorno di calendario. Ciò vuol dire che sono possibili due multe a distanza di 10 ore, ma anche a distanza di pochi secondi l’una dall’altra, se fra l’una e l’altra cambia la data.

Ad es., se un verbale reca la data del 2 marzo, e il secondo verbale pure, il secondo addebito è illegittimo. Al contrario, se fra le due contestazioni è trascorso un giorno di calendario (magari un verbale è stato fatto alle 20 di sera e l’altro alle 8 del mattino successivo) pur non essendo trascorse 24 ore, entrambe le multe sono da considerarsi legittime e vanno purtroppo pagate.

Se però la violazione riguarda specificatamente l’art. 7 del Codice della Strada, cioè i casi di sosta limitata e regolamentata (ad es. da parchimetri), devono trascorrere 24 ore fra l’irrorazione di una sanzione e l’altra.

Recita infatti l’articolo in questione: “Nei casi di sosta vietata, in cui la violazione si prolunghi oltre le ventiquattro ore, la sanzione amministrativa pecuniaria è applicata per ogni periodo di ventiquattro ore, per il quale si protrae la violazione”.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *