Che differenza esiste fra potenza impegnata e disponibile

anrcLa potenza impegnata (espressa in kW) è il livello di potenza indicato nel contratto e reso disponibile al cliente dal fornitore (tecnicamente si parla di potenza contrattualmente impegnata) in funzione delle esigenze relative al tipo e numero di apparecchi elettrici normalmente utilizzati.

Essa è definita in base alle esigenze del cliente al momento della conclusione del contratto, in funzione del tipo (e del numero) di apparecchi elettrici normalmente utilizzati. Per la maggior parte delle abitazioni, e quindi dei clienti domestici, la potenza impegnata è di 3 kW.

La potenza disponibile è la potenza massima prelevabile dal cliente, al di sopra della quale potrebbe interrompersi l’erogazione dell’energia a causa dello “scatto” del contatore. Per Clienti con potenza impegnata fino a 30 kW, la potenza disponibile è pari alla potenza impegnata aumentata del 10%.

La potenza impegnata e la potenza disponibile sono indicate entrambe in bolletta nella sezione “dati della fornitura”. In caso di supero della potenza disponibile per un certo tempo, il contatore elettronico scatta dopo 182 di minuti di superamento del carico massimo applicabile.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *