Devo pagare le fatture ricevute dopo la disdetta di un contratto?

b540Spesso decidiamo di disdire un contratto di fornitura a un servizio (es. telefono, adsl, pay-tv, etc.) ma ci arrivano fatture anche dopo che la raccomandata A/R con il recesso (e la fotocopia di un documento di identità) è giunta all’Azienda che ci fornisce il servizio. Queste fatture vanno pagate oppure no?

Innanzitutto, se continuate a ricevere fatture dopo che avete inviato la prima disdetta, vi conviene inviarne una seconda precisando che ripetete la richiesta non avendo loro tenuto conto della vostra precedente comunicazione da loro ricevuta nella data indicata nella ricevuta di ritorno, che ne è la “prova”.

In tale seconda comunicazione, diffidateli dall’inviarvi ulteriori bollette o fatture e chiedete che vi annullino quelle che vi hanno mandato se secondo voi sono illegittime, assicurandovi però di non avere pendenze di altro tipo (ad es. apparecchi non restituiti, spese di chiusura, penali, etc.).

Infatti, a volte, essendo la fatturazione normalmente mensile o bimestrale, potreste aver avuto da pagare un mese in più od eventuali penali per la rescissione del vostro contratto. In questo senso, il call center dell’Azienda, se vi risponde, potrebbe darvi qualche spiegazione in merito, condivisibile o meno.

Se avete ragione e se l’Azienda è corretta, a seguito di questa seconda comunicazione provvederà a stornare le fatture successive restituendo quanto eventualmente pagato, magari pagando anche un indennizzo per il disagio subito. Altrimenti, utilizzate la procedura di conciliazione paritetica.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *