Cosa viene controllato nella revisione auto?

tes2In linea teorica, la revisione dell’auto, oltre al controllo delle targhe e del numero di telaio per l’identificazione del veicolo, comporta un controllo sui vari componenti.

A cominciare quindi dalla carrozzeria (non sono tollerate vetture che presentano ammaccature troppo evidenti o segni di ruggine), per passare ai freni (l’auto è posizionata su dei rulli per misurare il grado di frenata su tutte e quattro le ruote).

Per poi passare a ruote, pneumatici (non devono avere un battistrada consumato e inferiore alla misura minima), sterzo, sospensioni e trasmissione (una volta sollevata sul ponte.

Vengono inoltre controllati i bracci di sospensione, la barra stabilizzatrice, gli ammortizzatori, etc.), le luci (viene controllata l’efficienza di tutte le luci, nonché l’allineamento dei fasci luminosi anteriori), il segnalatore acustico, il tergicristallo, il telaio, le cinture di sicurezza, il gilet catarinfrangente, il triangolo.

Infine, vi è una verifica del rispetto dei limiti di emissione sia per gli inquinanti (tramite un analizzatore dei gas di scarico collegato al relativo tubo) sia del rumore, con eventuale rilascio anche del Bollino Blu.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *