Come riattivare una fornitura elettrica sospesa

Vi hz85anno staccato la corrente elettrica per morosità e dovete riattivare la fornitura che vi è stata interamente o parzialmente sospesa (tramite la riduzione di potenza al 15%)?

In questi casi, occorre semplicemente procedere innanzitutto al pagamento di tutte le bollette insolute e poi inviare al proprio fornitore di energia elettrica la richiesta di riattivazione insieme alla documentazione dell’avvenuto pagamento, nei modi indicati nella comunicazione di messa in mora.

Il venditore che riceve l’attestazione di pagamento del cliente deve immediatamente inviare al distributore (tramite fax o e-mail) la richiesta di riattivazione della fornitura. Se il venditore riceve dal cliente tale attestazione dopo le ore 18:00 di un giorno feriale, l’invio al distributore può avvenire il giorno successivo.

Se invece della disattivazione è stata effettuata una riduzione della potenza disponibile inferiore al 15%, la riattivazione deve avvenire entro un giorno lavorativo. Se per responsabilità del distributore la fornitura viene riattivata oltre il tempo previsto, il cliente deve ricevere un indennizzo automatico.

Se però è trascorso parecchio tempo dalla sospensione per morosità, il fornitore di energia elettrica potrebbe aver richiesto la cessazione amministrativa del punto di prelievo. In questo caso, per la riattivazione del contatore si renderà necessario sottoscrivere un nuovo contratto, sostenendo nuovamente i costi di apertura ed attendendo un certo numero di giorni lavorativi per la riapertura.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *