Come inviare una disdetta per raccomandata A/R a prova di contestazioni

rac4La cosa migliore è quella di non imbustare la missiva bensì di piegare il foglio A4 principale consistente il modulo di disdetta in tre e spillarlo: è la cosiddetta raccomandata retrobustata, o senza busta.

Naturalmente, oltre al modulo di disdetta la raccomandata deve contenere una fotocopia del documento di identità, per cui o fate in modo che capiti in una zona nascosta del foglio o dovete inserire un altro foglio A4 in modo però che non sia quello esterno.

In questo modo il timbro e l’adesivo della posta vengono appiccicati sullo stesso modulo di disdetta a scadenza o di recesso anticipato, evitando la possibilità di vari tipi di contestazioni. L’unica cosa di cui dovrete quindi preoccuparvi è di inviare il contenuto corretto all’indirizzo giusto.

Può darsi che quando andrete alla posta per effettuare la spedizione del plico storceranno un po’ il naso, ma potete ricordargli che le contravvenzioni arrivano allo stesso modo.

Ovviamente, la PEC sarebbe superiore perché certifica anche il contenuto della missiva, ma purtroppo non ne è di solito permesso l’utilizzo per disdette o recessi anticipati. Chissà perché e soprattutto perché lo Stato consente alle Aziende energetiche, telefoniche, etc. questo comportamento.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *