Come annullare un contratto del telefono o adsl non richiesto

ad34Se vi viene attivato un contratto telefonico non richiesto per evitare di rimanere invischiati nel più classico rimpallo di responsabilità tra il vecchio e il nuovo gestore, il nostro consiglio è di inviare la contestazione ad ambedue, con intimazione ad annullare il contratto e ripristinare la situazione precedente.

Nella lettera di diffida da inviare per raccomandata A/R occorre contestare di non aver mai richiesto il servizio né sottoscritto alcun ordine o contratto, diffidando il venditore dall’avanzare richieste in merito, finendo con il rituale avvertimento che in difetto ci si difenderà nelle sedi legali opportune.

Questo è possibile perché l’onere della prova dell’esistenza di un contratto spetta al venditore. Fra l’altro c’è l’obbligo di sottoscrivere in via elettronica la conferma dell’accordo, che può essere inviata dall’operatore in un secondo momento, anche contemporaneamente all’attivazione del servizio.

Le tecniche usate dai venditori per estorcere il nostro consenso o per ricavare i dati necessari a farci questa bella “sorpresa” sono numerose. Alcuni addirittura registrano la telefonata e, se diciamo qualche “sì”, lo utilizzano poi, con un opportuno montaggio, come risposta positiva alla richiesta di nuova attivazione.

Inoltre, tenete presente che alle compagnie per attivare un contratto per la linea fissa o per l’Adsl basta un semplice numero: il codice di migrazione. Una volta che il venditore ha in mano il nome del cliente e quel “numerino”, può attivare a distanza il passaggio da un operatore all’altro senza dover strappare preventivamente all’utente firme o particolari dichiarazioni.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *