Canone RAI se ho più utenze elettriche intestate: devo pagarlo?

f67Nel caso in cui un cittadino sia titolare di più utenze di tipo domestico residenziale, anche se queste sono relative a immobili che si trovano in Comuni diversi, non rischia il doppio addebito: infatti il canone viene automaticamente addebitato su una sola utenza elettrica.

Pertanto, in questi casi non occorre dichiarare nulla per evitare il doppio pagamento del canone: in pratica, non si deve presentare alcuna autocertificazione, nemmeno se le utenze sono tutte e due intestate, ad esempio, alla moglie mentre il vecchio abbonato Rai era il marito.

Risulta infatti chiaro che moltissime persone hanno più di un’utenza elettrica ad essi intestata: per esempio tutti (o quasi) i cittadini che possiedono una seconda casa. In questo caso, al limite si può fare preventivamente un’autocertificazione (Dpr 445/200) giusto per “superare le presunzioni”.

Ovviamente, nel caso vi arrivasse una bolletta doppia o tripla per quanto riguarda il canone Rai, cioè se vi venisse richiesto per più utenze tutte intestate a voi, l’unica strada sarà quella dell’autocertificazione: a quel punto il gestore elettrico non potrà pretendere più di chiedere il canone.

Insomma, se i fornitori elettrici incrociano i dati informatici come si deve, le “duplicazioni” delle richieste del canone dovrebbero ridursi di molto. Nei casi “sfortunati” avete diritto a segnalare la cosa a uno dei due fornitori di energia (quello dove non si ha il domicilio) e pretendere lo storno dell’addebito.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *