Bolletta inviata a un indirizzo sbagliato: come fare reclamo

z90In rari ma sfortunati casi, può capitare che le bollette della luce o del gas – ed i relativi conseguenti solleciti di mancato pagamento – vengano a un certo punto (magari a seguito di una voltura) inviati a un indirizzo sbagliato e che, quindi, voi non abbiate nessuna colpa del mancato pagamento in questione.

Spesso ci si accorge della cosa semplicemente perché all’improvviso la potenza della fornitura viene ridotta (nel caso della luce elettrica) o addirittura sospesa del tutto (nel caso del gas), con evidenti gravissimi disagi per il povero utente. Che fare in questi casi?

Dato che vi possono essere spese per il riallaccio, se la colpa non è vostra avete diritto al risarcimento quanto meno di tali spese. Tuttavia, spesso può essere difficile far valere le proprie ragioni se non rivolgendosi a un’associazione di consumatori, che può aiutarvi per il vostro caso specifico.

L’avvocato dell’Associazione valuterà infatti, ad esempio in casi di mancato ripristino della fornitura di luce o gas, se vi siano gli estremi per una denuncia penale o per richiedere un provvedimento d’urgenza al Tribunale, oltre all’eventuale richiesta di risarcimento del danno causato.

Si noti che anche la mancata contestazione immediata da parte vostra della mancata fatturazione non cancella di per sé un comportamento errato del fornitore di energia, sebbene questa sia una “scusa” di frequente utilizzata per scoraggiare le vostre pretese di risarcimento.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *