Voltura gas o luce non effettuata: cosa fare

c85A volte capita di richiedere (ad es. quando si subentra a un altro inquilino) una voltura del contratto luce e/o gas e che questa non venga effettuata ma addirittura che venga sospesa completamente la fornitura nel caso del gas, o ridotta al 15% la potenza del contatore nel caso dell’energia elettrica.

Dato il disagio – e a volte la situazione di vera e propria emergenza – che di conseguenza si viene a creare, in questi casi conviene rivolgersi subito a un’associazione di consumatori, che tramite i propri legali può fornire assistenza gratuita (l’unico costo è quello di iscrizione annuo all’associazione stessa).

Se invece a non effettuare la voltura è stato il nuovo conduttore dell’appartamento in affitto che subentra al vecchio, quest’ultimo potrebbe ritrovarsi a dover pagare delle cifre teoricamente non dovute in quanto riferite a consumi effettuati dal nuovo inquilino.

In tali casi, se le utenze sono ancora intestate al vecchio inquilino, tocca a quest’ultimo pagare, per poi rivalersi – in genere con l’aiuto di un avvocato – sul nuovo inquilino. Mentre il proprietario dell’appartamento non ha alcuna responsabilità in tutta la vicenda.

Pertanto, quando si lascia un appartamento, è bene comunicare ai propri fornitori di lece e/o gas la disdetta dei relativi contratti, se sono intestati a voi. In particolare quello del gas, dato che a volte si trova dentro casa e quindi dopo potrebbe essere impossibile da far piombare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *