Mancata cancellazione dall’elenco telefonico: come avere l’indennizzo

a85Avete per qualche motivo richiesto di non far comparire il vostro numero sull’elenco telefonico – possibilità garantita a ogni abbonato di una linea telefonica fissa, e che vi può mettere al riparo dalla pubblicità indesiderata – ma il vostro numero compare ugualmente.

In questi casi, secondo quanto previsto da una delibera dell’AGCOM, gli utenti devono essere indennizzati nella seguente misura: “L’omesso o errato inserimento dei dati relativi all’utenza negli elenchi di cui all’articolo 55 del Codice comporta il diritto dell’utente ad ottenere un indennizzo, da parte dell’operatore responsabile del disservizio, pari ad euro 200,00 per ogni anno di disservizio”.

Ovviamente, ciò vale anche per la mancata variazione dei dati medesimi, come recita la stessa delibera: “Il medesimo indennizzo è applicato per l’omesso aggiornamento dei dati in caso di modifica o di giustificata tempestiva richiesta da parte dell’interessato”.

Se quindi rilevate degli errori nel proprio numero oppure nell’indicazione del nominativo o, ancora, nell’omissione sia dell’uno che dell’altro sull’elenco potrete rivalervi direttamente al vostro operatore tramite una raccomandata A/R chiedendo l’indennizzo indicato.

Se tramite questa via bonaria non si ottiene nulla, ci si può rivolgere al “Comitato regionale per le comunicazioni” (Co.Re.Com) della propria regione, che è un’organo della stessa Autorità garante (AGCOM), per ricevere l’indennizzo spettante.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *