Mancata attivazione di una nuova linea telefonica

s50Avete stipulato un contratto con un operatore di telefonia fissa (Telecom/Tim , Fastweb/Wind, Vodafone, TeleTu, etc.) – ad esempio per un appartamento che avete preso in affitto – ma la linea in questione non è stata attivata, creandovi per questo dei disagi. Che cosa si può fare in questi casi?

Innanzitutto, occorre conteggiare i giorni trascorsi dalla stipula del contratto per verificare che l’operatore abbia superato i termini temporali per l’attivazione previsti contrattualmente. Se questo limite temporale è stato superato, allora possiamo procedere con un reclamo scritto.

In pratica, conviene inviare una raccomandata A/R o una PEC all’operatore telefonico con cui avete stipulato il contratto, denunciando il ritardo, diffidando da ulteriori ritardi e minacciando di chiedere il risarcimento del danno. L’operatore avrà 45 giorni di tempo per rispondere a tale raccomandata.

Se non avete tutto questo tempo o se la risposta non arriva o non è positiva, si può chiedere un provvedimento d’urgenza al Co.Re.Com. della propria regione compilando il formulario Gu5 e, contestualmente, il formulario UG, che permette di promuovere un tentativo di conciliazione per chiedere la risoluzione del problema e un indennizzo commisurato al disservizio ricevuto.

Fallito anche questo tentativo avete diritto ad adire le vie legali, magari rivolgendovi al Giudice di Pace della vostra zona di residenza ed alla consulenza di un’associazione di consumatori, ed a chiedere il risarcimento del danno, che a quel punto sarà probabilmente diventato abbastanza rilevante.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *