Costi del ricorso per multa al Giudice di Pace

Ricorrere al z64Giudice di Pace per contestare una contravvenzione può essere un’interessante alternativa al ricorso al Prefetto (che è gratuito), oppure un ulteriore grado di giudizio se il ricorso al prefetto fallisce. Tuttavia, il ricorso al Giudice di Pace ha i suoi costi, che fra l’altro sono di recente aumentati.

In pratica, ricorrere per una multa al Giudice di Pace costa 43 euro di cosiddetto “contributo unificato” per controversie di valore fino a 1100 euro. Tuttavia, se l’importo della sanzione comminata nel verbale è superiore a 1033 euro, occorre aggiungere anche il costo di una marca da bollo da 27 euro.

Per processi di valore superiore a 1100 euro (e fino a 5200 euro) il contributo unificato è invece di 98 euro e la marca da bollo sempre di 27 euro, per un totale di ben 125 euro. Il che probabilmente scoraggerà molti dall’intraprendere questo tipo di strada, specie per le multe di importo minore.

In queste ultime, infatti, il ricorso al Giudice di Pace può avere un costo sproporzionato rispetto all’entità della sanzione e la causa può durare per molto tempo, per non parlare del fatto che si verrà convocati a delle udienze e ciò può comportare costi aggiuntivi e perdite di tempo non indifferenti.

Il valore della lite deve risultare da una dichiarazione ad hoc resa dalla parte che presenta il ricorso nelle conclusioni del ricorso stesso. Ovviamente, se uno paga la sanzione entro un certo termine, ha diritto a uno sconto del 30%, per cui occorre valutare bene se valga la pena fare ricorso al Giudice di Pace.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *