Bollette Enel troppo alte cosa fare

a75All’improvviso, o perché avete cambiato fornitore di energia o magari addirittura senza aver cambiato fornitore, iniziano ad arrivarvi delle bollette elettriche molto più care che in precedenza, un chiaro segnale che “qualcosa non va”. Come capire quale sia il problema?

La prima cosa da fare in questi casi è prendere la vecchia bolletta con i costi “normali” e dividere l’importo totale fatturato per i kWh consumati nel periodo a cui la bolletta si riferisce, in modo da determinare il costo a kWh pagato per l’energia elettrica.

Poi si fa la stessa cosa con la bolletta “salata” e si confronta il nuovo costo a kWh con quello “vecchio”: se i due differiscono di molto, probabilmente, il maggior costo è imputabile all’operatore o semplicemente a un aumento del costo dell’energia, altrimenti sono i vostri consumi ad essere aumentati.

In quest’ultimo caso, potete individuare la causa dei maggiori consumi usando un apparecchietto del costo di max 30 euro, che permette di misurare la potenza assorbita dai vari elettrodomestici. Se questa non riesce a spiegare la potenza assorbita mostrata dal contatore, potreste avere qualche dispersione.

Altre possibili cause: una regolazione cambiata di uno scaldabagno elettrico, degli stand-by particolarmente energivori (come quelli di videogiochi e macchine del caffè elettriche). Per facilitare l’individuazione della causa, staccate tutti gli elettrodomestici e vedete cosa visualizza il contatore prima di testarli uno ad uno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *