Bolletta acqua non pagata: cosa succede?

a66Se non si effettua il pagamento di una bolletta dell’acqua – all’Amministrazione Comunale di competenza o alla Società privata che eroga il servizio – entro la scadenza prevista, sulle bollette successive viene addebitato un interesse di mora calcolato su base annua.

Tale interesse di mora per il ritardato pagamento della bolletta risulta essere pari al tasso ufficiale di riferimento aumentato di una penalità del 2%, se il pagamento avviene entro 5 giorni di ritardo, e del 5%, se il pagamento si protrae oltre i 5 giorni di ritardo.

Nel caso di ulteriore insolvenza, l’azienda erogatrice provvederà a inviare un sollecito di pagamento; se entro la data indicata nel sollecito in questione il cliente continua a non pagare, verrà inviata una diffida con termine ultimo per pagare di 20 giorni, pena la sospensione del servizio.

L’utente che riceve un sollecito di pagamento per una o più bollette insolute può evitare il procedimento di distacco saldando l’importo dovuto e inviando l’attestazione di pagamento, entro e non oltre il termine indicato nel sollecito. Se sospeso, il servizio sarà ripristinato dopo il pagamento delle bollette insolute.

I contatori dell’acqua presenti all’interno delle abitazioni, tuttavia, non possono essere chiusi. Per tale ragione, i nuovi contatori dell’acqua vengono installati (se possibile) all’esterno dell’abitazione o nell’area condominiale, in modo che sia accessibile anche per le letture periodiche dei consumi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *